Conductor and Artistic Director

Curriculum
Matteo Cicchitti
direttore, strumentista e ricercatore.

 

cicchitti

Violonista, contrabbassista, gambista e didatta, conoscitore e continuo ricercatore della pratica esecutiva storica. Affianca alla attività di strumentista quella di direttore artistico e musicale per il repertorio del XVI, XVII e XVIII secolo.

Ha conseguito con il massimo dei voti titoli accademici e specializzazioni di alto perfezionamento in Conservatori ed Istituzioni Superiori Musicali nelle città di Pescara, Como, Roma, Frosinone, Gubbio, Montepulciano, Atri, Parma, Pavia, Reggio Emilia e Vienna sotto la guida di celebri maestri: P. Montero, R. Sensi, L. Schumacher, G. De Frenza, W. Casali, W. Güttler, M. Di Bari, U. Nastrucci, P. Veleno, N. Conci, S. Montanari, S. Genuini e F.N. Lara.

In campo didattico, ha vinto nel 2018 il bando per l’insegnamento di violone presso il Conservatorio di Musica “A. Pedrollo” di Vicenza, insegna presso scuole civiche e private ed è attivo come docente in corsi strumentali e di musica da camera che si volgono particolarmente alla prassi degli strumenti antichi. Ha tenuto conferenze, masterclass e seminari presso l’Università degli Studi “G. D’Annunzio” di Chieti, l’ISSM “G. Briccialdi” di Terni, il Conservatorio di Musica “G. Nicolini” di Piacenza, l’Associazione Culturale Musicale “Petite Société” a Milano e Como, il Museo delle Corde Armoniche di Salle (Pe) e la Regione Abruzzo. È stato invitato in México a tenere una masterclass de mùsica barroca nel contesto del “III Festival de Música de Cámara de Jalisco” (Guadalajara, Jal. Mx).

Ha concertato in teatri e sale internazionali di grande prestigio, fra cui: Palau de la Musica di Valencia, Philharmonic Concert Hall di Varsavia, Auditorium Baluarte di Pamplona, Casa Museo López Portillo di Guadalajara, Château Malromé (Toulouse-Lautrec’s castle) in Saint-André-du-Bois, Abbaye Saint-Pierre di Vertheuil, Basilica Palladiana di Vicenza, Aula Magna Collegio Ghislieri di Pavia, Pinacoteca Nazionale di Ferrara, Aula Paolo VI di Città del Vaticano, Palazzo Honorati Carotti di Jesi, Pinacoteca di Palazzo d’Avalos di Vasto, Palazzo Ghilini di Alessandria, Palazzo de’ Mayo di Chieti, Biblioteca Storica del Convento San Francesco di Bologna, Biblioteca Nazionale Universitaria di Torino, Macro Testaccio La Pelanda di Roma, Chiesa di Santa Barbara dei Librari di Roma, Basilica di Santa Maria in Montesanto Roma, Teatro Keiros di Roma, Teatro Marcello di Roma, Teatro Fraschini di Pavia, Teatro della Pergola di Firenze.

il Maestro Matteo Cicchitti

Ha partecipato a importanti rassegne concertistiche quali: Festival di Chopin, Varsavia (Polonia); Stresa festival, Stresa (VB); Antiqua rassegna di musica antica e barocca, Belgioioso (Pv); Festival Antonio Vivaldi, Torino; Convers-Azioni 69ª ediz. Teatro olimpico, Vicenza; Roma Festival Barocco IX ediz.; Festival Internazionale di Musica Alessandria Barocca e non solo…; Estate Musicale Frentana, Lanciano (Ch); Festival Internazionale Chorda Sallis, Salle (Pe); Jesi Barocca ad Jesi (An); Società Bolognese per la Musica Antica, Bologna; Musica a Marfisa d’Este, Ferrara; Festival Musicale delle Nazioni, Roma; 32° Cantiere Internazionale d’Arte, Montepulciano (Si); International Festival of Baroque Music, Regione Abruzzo; Early Music Day 2019, Università di Chieti; Flos Carmeli, Lanciano (Ch); Festival dei Saperi, Pavia; Musica Antiqua Anxanum, Vasto (Ch); Notte dei Ricercatori 2018, Chieti; Romaeuropa Festival, Roma; Armonie 2008, Romano Canavese (To); Temporada de Otoño 2012, Universidad de Guadalajara (Jal., México); Encuentro De Dos Culturas, Segretaria de Cultura – Gobierno de Jalisco (Tlajomulco, Jal., México); Festival Internacional de Teatro, Tlaquepaque (Jal., Mèxico).

Come ricercatore collabora con l’Istituto Abruzzese di Storia Musicale con sede a L’Aquila e MVSA – Musica d’Abruzzo di Ortona (Ch), per l’esegesi, lo studio e la divulgazione del patrimonio musicale di ogni epoca e stile, in particolare abruzzese. Iscritto alla SIAE come compositore e autore di testi, ha pubblicato alcuni suoi lavori con Sony Deutsche Harmonia Mundi, Brilliant Classics, Concerto Classics, Neuma EdizioniCasa Editrice Tinari, Arcana Records, ME Operae e Tactus Records.

Ha cooperato con artisti del calibro di: L. Shambadal, L. Ferrara, M. Caldi, D. Lucantoni, C. De Martini, A. Perpich, M. Rogliano, M. Bianchi, A. Ciccolini, A. Dantcheva, S. Frigato, R. Invernizzi, G. Kunde, G. Antonelli, F.X. Lacroux, A. Rossi Lürig, E. Velardi, D. Monti, F. Cipriani, E. Casazza, S. Montanari e F. Biondi.

È stato ospite in dirette radiofoniche: Radio Classica, Rai Radio 3, Radio Vaticana, Ckrl 89,1 Continuo Québec, Radio Vanda e Radio Abracadabra. E in dirette televisive: Rai 1, Rai 3 e Sky Classica.

Svolge intensa attività concertistica collaborando con varie orchestre: Alessandro Stradella Consort, Europa Galante, Accademia d’Arcadia, Musica Antiqua Latina, Quartetto Vanvitelli, Orchestra Barocca delle Marche, ArParla Plus, L’Archicembalo e Musica Elegentia di cui egli stesso è fondatore e direttore.

Suona un contrabbasso anon. del 1880 proveniente dalla Germania dell’est, un violone in sol anon. tedesco, un violone 16′ copia G. Mellini (1750 ca) e una viola da gamba basso copia J. Stainer (1667).

 

“…Non c’è bisogno di sapere che il violone è particolarmente ostico da suonare, per sapere che tecnicamente è uno strumento che dev’essere intonato alla perfezione per offrire un ascolto coinvolgente e interessato. E Matteo Cicchitti ha tutte le carte in regola per entrare in piena empatia con esso; se da un punto di vista dell’impostazione e della tecnica risulta essere impeccabile, il suo punto di forza sta nella capacità espressiva con la quale affronta queste impervie pagine, restituendo ai brani una dimensione propria, articolata, capace di ricostruire sfumature e colori che rendono oltremodo interessante l’ascolto e, implicitamente, la comprensione di uno stile e di una data rappresentazione artistica e culturale come quella a cavallo tra il Seicento e il Settecento…”

Andrea Bedetti (MUSIC VOICE)